lunedì 21 dicembre 2009

venerdì 18 dicembre 2009

Impariamo a pensare: laboratorio sul metodo di studio


L'esperienze di successo, fortificano i nostri ragazzi non soltanto nello sviluppo delle loro capacità cognitive e di apprendimento ma soprattutto nella loro motivazione nell'affrontare nuovi compiti e nuove richieste.
Per questo motivo si è pensato di creare un laboratorio sul Metodo di Studio, per suppportare quegli alunni che presentano difficoltà nell'organizzare e pianificare correttamente le consegne e i compiti da svolgere a casa.
Studiare significa acquisire e memorizzare conoscenze e abilità, sistemarle nella propria mente per poterle riutilizzare. Il classico metodo di studio: leggere e ripetere è uno dei modi per apprendere, non l’unico e spesso è poco efficace. Per questo motivo è indispensabile far riflettere i ragazzi sul significato dello studio, quali sono le funzioni cognitive coinvolte nell’attività di studio e quali sono le strategie migliori per ottenere dei buoni risultati.
Obiettivi:
imparare ad organizzare il lavoro personale
riflettere sul bisogno di applicare differenti strategie di studio alle differenti materie scolastiche
iniziare a elaborare il materiale da studiare
elaborare, fare inferenze e mettere in relazione le informazioni da studiare
utilizzare più fonti di informazioni
analizzare e successivamente schematizzare con delle mappe concettuali
importanza di comprendere che tipo di lavoro ci è richiesto
importanza critica di un lavoro sequenziale e verificato in ogni momento
autocontrollo e valutazione del proprio lavoro
riflessioni su cosa significa attenzione (star attento a scuola) e sulle conseguenze della disattenzione
riflettere su cosa vuol dire concentrazione (concentrarsi in un compito)
Il laboratorio si articola in 5 incontri di 2 ore circa ciascuno, volti a far prendere coscienza degli atti mentali coinvolti nelle attività di studio e nell’apprendimento di strategie efficaci per acquisire un buon metodo di lavoro.
I corsi avranno inizio nel mese di Febbraio con scadenza quindicinale e hanno come sede l'Associazione Insieme Intelligenti di Milano. 
Per ulteriori informazioni non esistate a contattarmi al seguente indirizzo mail: m.boninelli@unive.it
pubblicato da
Maria Luisa Boninelli

martedì 8 dicembre 2009

Trieste, Corso P.A.S. 1° livello, Calendario Incontri

Carissimi 
vi inoltro il calendario del Corso P.A.S. 1° Livello, organizzato dal Centro Interateneo per la Ricerca e la Formazione Avanza e l' Associazione Regionale per il Recupero e il Sostegno nelle difficoltà specifiche di apprendimento per il Friuli Venezia Giulia, con sede a Trieste.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattarmi al seguente indirizzo mail: m.boninelli@unive.it
Pubblicato da:
Maria Luisa Boninelli

Trieste, P.A.S. Standard 1° Livello

Carissimi 
ho il piacere di comunicarVi la mia collaborazione come Formatrice Feuerstein  con l' Associazione Regionale per il Recupero e il Sostegno delle Difficoltà Specifiche di Apprendimento per il Friuli Venezia Giulia.
A tal proposito vi comunico che in collaborazione con il Centro Interateneo per la Ricerca Didattica e la Formazione Avanzata dell’Università Ca' Foscari di Venezia viene organizzato a Trieste un corso di formazione al METODO FEUERSTEIN - PROGRAMMA di ARRICCHIMENTO STRUMENTALE (PAS) - 1° livello.
Il corso, è a numero chiuso limitato a 20 partecipanti e prevede complessivamente 62 ore di formazione in presenza oltre a 24 ore on line e 14 ore di supervisione così suddivise:
1. Elementi di psicopedagogia dell’apprendimento ....... in presenza.. ore 16
2. Approfondimenti individuali ................... on line ...ore 24
3. Programma di Arricchimento Strumentale (PAS)
a - aspetti teorici .................................................. in presenza........ore 12
b - insegnamento / pratica strumenti ..................in presenza........ore 34
c - metodologia e osservazione supervisione......................... ......ore 14
Docenti Formatori: Maria Luisa Boninelli, Paola Pini Valente e Giampietro Nardo

A completamento è previsto il rilascio di regolare attestato con riconoscimento di 10 CFU per tutti gli usi consentiti dalla normativa universitaria vigente, oltre al rilascio del Diploma internazionale di Applicatore PAS - a firma congiunta dell’ICELP (Istituto di ricerca di cui è Direttore il Prof. Reuven Feuerstein) e del Centro Studi dell’Università Ca’ Foscari di Venezia - che autorizza l’uso degli strumenti. 
Con l'intento di divulgare tale metodologia e a scopo di ricerca sui programmi di educazione cognitiva, con particolare attenzione all'analisi e alla valutazione dei processi di apprendimento mediato, grazie alla collaborazione di diversi enti pubblici e privati è stato possibile per i partecipanti una quota di partecipazione di 120,00 +10,00 Euro come quota di iscrizione, importo particolarmente contenuto rispetto alle abituali proposte. 
Per le modalità di iscrizioni potete contattare ARRS DSA onlus al seguente recapito telefonico 040.26 00 104

Per ulteriori informazioni non esitate a contattarmi al seguente indirizzo mail: m.boninelli@unive.it

pubblicato da
Maria Luisa Boninelli

venerdì 4 dicembre 2009

Brain Building per adulti: potenziare la mente con il metodo Feuerstein


I corsi di brain-building vogliono aiutare l’adulto a potenziare la propria mente per essere più efficiente ed efficace nella relazione con l’altro.
Possono essere utili per varie tipologie di popolazione: genitori, educatori, manager, personale aziendale, insegnanti.
Attraverso l’uso dell’applicazione della Strumentazione Feuerstein è possibile ricostruire il buon funzionamento del pensiero ipotetico, del comportamento di pianificazione, del problem-solving, della raccolta sistematica di dati e di tutte quelle funzioni cognitive ed operazioni mentali le quali, se ben utilizzate, possono generare buone relazioni e comunicazioni con le persone (i propri figli, i colleghi in azienda, i propri alunni a scuola, i membri della propria famiglia).
E' altresì possibile imparare a rapportarsi con gli altri stimolando la loro intelligenza nella relazione reciproca con la consapevolezza che la psicologia della mediazione può radicalmente cambiare l’approccio dell’altro all’ambiente e alle persone che vi appartengono.  
Questo può significare essere sempre disponibili ad “imparare ad imparare” all’interno di una relazione e attraverso una relazione che vede due soggetti plastici e flessibili da un punto di vista cognitivo.
I corsi hanno come obiettivo principale infatti la creazione della flessibilità di pensiero utile per se stessi e per gli altri.
I corsi prevedono un attestato di partecipazione e si basano su lezioni interattive tra i partecipanti.
Durante le ore di corso sono previsti lo studio e l’applicazione delle schede PAS (Programma di Arricchimento Strumentale) ed esercitazioni tratte dalla batteria di test LPAD (Learning Propensity Assessment Device) del metodo Feuerstein.
Per le date è possibile consultare il sito www.insiemeintelligenti.it

Percorso  1, 28 ore
Progettare obiettivi controllando l’impulsività di agire
Percorso  2, 24 ore
Cercare le relazioni analogiche tra ciò che ci circonda
Percorso  3, 24 ore
Processi di analisi e sintesi, l’intero e le parti
Percorso  4, 24 ore
Codifica e decodifica di informazioni
Per ulteriori informazioni non esitate a contattarmi al seguente indirizzo mail: m.boninelli@unive.it 


La formazione Feuerstein e l'insegnamento

Il Metodo Feuerstein può essere utilizzato benissimo in un contesto classe, in quanto aiuta l'insegnante a possedere ed utilizzare più strumenti per accedere al potenziale cognitivo dei propri allievi. 
Lo sostiene nella convinzione che la capacità di pensare si può insegnare anche a partire da situazioni di difficoltà senza sentirsi impotente, senza dover gettare la spugna. 
Il Metodo Feuerstein gli consente di dare praticabilità didattica al principio della "diversità intesa come risorsa" , non facile da gestire nel micromondo dell'aula, in cui la diversità di tempi, di modi, di stili, di motivazione, di convinzioni, di esperienze culturali devono poter interagire in un cammino di apprendimento condiviso. 
Infine stimola a riflettere sulla qualità della relazione educativa- la mediazione- che cambia radicalmente da quella tradizione quando l'intenzionalità diventa orientata all'insegnare a pensare. 
Uno dei presupposti teorici dell'educazione cognitiva sostiene che il bambino impara a pensare e ad apprendere essenzialmente grazie agli sforzi di mediazione delle persone che lo circondano per mezzo dell'influenza di mediazioni educative efficaci. 
Ester Lombardini in "L'applicazione del Metodo Feuerstein nei diversi 
ambiti, AAVV - Associazione Connessioni, 2009" pag. 29
pubblicato da
Maria Luisa Boninelli

giovedì 3 dicembre 2009

Il Metodo Feuerstein: una didattica per l'Integrazione

E' sempre più diffusa la convinzione che per aumentare la qualità inclusiva dell'offerta formativa e didattica sia necessario attivare, per tutti gli alunni diversamente abili e non, quei principi tipici di metodologie che si avvalgono degli studi psicopedagogici più recenti.
Di fatto " I bisogni educativi speciali" non sono solo dello studente diversamente abile, cosi come viene definito e stabilito dalla legge 104/92, ma esiste un buon 10-15% di alunni che incontrano significative difficoltà di apprendimento e di relazione. Se si pensa, inoltre, la presenza nella scuola di alunni con disturbi specifici di apprendimento è sempre più in aumento, (circa il 4% per ogni istituto) la percentuale sopra presentata va sicuramente ad incrementarsi.
Gli studi sulle difficoltà di apprendimento chiariscono sempre più i confini tra i disturbi specifici di apprendimento, dislessia, discalculia, disturbi di attenzione ed iperattività, disturbi visuo spaziali, ecc, e altre forme di difficoltà di apprendimento dovute a scarsa stimolazione, motivazione, difficoltà socio-culturali, handicap indotti provocati dall' ambiente che circorda il soggetto in educazione.
Gli studi sulle differenze individuali, sulla pluralità  delle intelligenze e sull' individualità degli stili di apprendimento e di pensiero, pensiamo a Gardner, De Beni e Zamperlin, lo stesso Sternberg e Spear-Swelling, ci confermano che quando entriamo in un contesto classe abbiamo davanti a noi 23 teste ben fatte alla cui base sta la regola delle essere gli uni completamente diversi dagli altri dal punto di vista del metodo di studio sia dell' apprendimento. 
Avere una classe eterogenea è la regola per cui si dovrebbe individualizzare l'offerta formativa per tutti gli alunni, normodotati e non. 
I programmi di natura metacognitiva, elaborati a partire dagli anni '80, con lo scopo di insegnare a pensare, stanno diventando sempre più un importante risorsa a cui attingere per una didattica dell'integrazione attenta e mirata ad ogni singola persona.
Entro questo ricco filone di ricerca di una didattica per la " Speciale Normalità" delle classi, si colloca il Metodo Feuerstein.
La proposta pedagogica presenta un contributo fondamentale ed fortemente innovativo sul come si può lavorare sul potenziale di apprendimento sia di soggetti disabili "normali" , appartenenti anche a culture diverse e si caratterizza come uno dei primi approcci metacognitivi in ambito educativo e riabilitativo.
pubblicato da
Maria Luisa Boninelli

LPAD: Approccio Dinamico alla Valutazione

L' Lpad si basa sulla Teoria della Modificabilità Cognitiva Strutturale, intesa come "capacità degli esseri umani di modificare l'organizzazione del loro funzionamento cognitivo al fine di adattarsi a nuove situazioni di vita". 
Per tale ragione non insegna a far qualcosa, ma valuta se il soggetto in educazione è modificabile, come è avvenuto tale cambiamento nel corso della valutazione e interpreta in termini qualitativi il suo funzionamento cognitivo e le sue potenzialità.
Gli obiettivi dell' LPAD sono di evidenziare le abilità cognitive di un soggetto attraverso una serie di mediazioni che ne rilevano le capacità di apprendimento e di adattamento. 
In particolare LPAD: 
  1. identifica le funzioni cognitive ampiamente sviluppate  
  2. identifica le funzioni cognitive carenti   
  3. valuta la ricettività all' apporto di informazioni, principi di analisi e di ragionamento e i principi strategici che guidano alla soluzione del problema  
  4. valuta l'ampiezza degli investimenti che possono porre rimedio alle funzioni carenti.     
Per ulteriori informazioni riguardo non esitate a contattarmi al seguente indirizzo mail: m.boninelli@unive.it 
    pubblicato da
    Maria Luisa Boninelli

    Corso di Alta Formazione Continua LPAD Standard I° Livello: introduzione al corso

    La teoria della Modificabilità Cognitiva Strutturale di Reuven Feuerstein deve essere considerata come appartenente ad una nuova area di interesse delle Scienze Cognitive, un'area che può influenzare considerevolmente il modo di vedere l'organismo umano, le fasi di sviluppo della vita, il ruolo dell'ambiente nella determinazione del comportamento.
    Oggi quest'area è sorretta da scoperte nel campo delle neuroscienze che rendono il punto di vista dello studioso israeliano ancora più solido: la modificabilità strutturale, in tale prospettiva, svolge la funzione di "opzione" capace di produrre nell'individuo nuovi stati, nuovi modi di essere, nuove operazioni e comportamenti che prima non esistevano.
    Le "opzioni" sono da considerare come stati accessibili da parte di tutti gli organismi umani, indipendentemente dalle barriere che normalmente vengono richiamate in quanto ostacoli insormontabili che impedirebbero l'instaurarsi di modificazioni strutturali significative in un individuo.
    A partire dai primi studi sugli adolescenti israeliani risalenti agli anni '50 il Prof.re Feuerstein e i suoi collaboratori hanno alternato alla riflessione teorica l'osservazione clinica e l'attività pratica per l'applicazione di un metodo di intervento sulle funzioni cognitive e sui processi di apprendimento.
    Sono nati e si sono strutturati così il PAS, il Programma di Arricchimento Strumentale e l' LPAD, la Batteria di test dinamici per la valutazione del potenziale di apprendimento. I risultati di questo enorme lavoro oggi sono raccolti nelle due opere fondamentali di Feuerstein.
    Nella prima opera trova la definitiva sistemazione il nuovo strumento per la valutazione dell' Intelligenza, appunto l' LPAD (Learning Potential Assesssment Device) che si differenzia profondamente dai test tradizionali in quanto non tende a misurare un risultato di apprendimento, ma di scoprire che cosa un individuo è in grado di apprendere.
    La seconda opera è costituita da un vero e proprio sistema applicativo per lo sviluppo dei processi di pensiero e dell' apprendimento.
    Il materiale che costituisce il PAS ha richiesto un impegno di oltre 25 anni e consiste in oltre 500 pagine di esercizi, definiti dall' Autore " Strumenti" in quanto intesi come " strumentali" al superamento delle carenze cognitive individuate.
    Con queste due opere Feuerstein colma il divario esistente tra ricerca teorica e intervento didattico, fornendo a studiosi ed applicatori del settore una serie di attrezzi di lavoro per lo sviluppo e il potenziamento cognitivo di un bambino come di un giovane o di un adulto.
    per ulteriori informazioni non esitate a contattarmi al seguente indirizzo mail: m.boninelli@unive.it

    Corso di Alta Formazione Continua LPAD Standard I° livello, Polo Santa Scolastica, Subiaco, Roma


    Carissimi 
    ho il piacere di comunicarvi che il Centro Studi Feuerstein per la Ricerca sulle Metodologie Metacognitive in Educazione e Formazione, terrà un Corso di Alta Formazione Continua presso il Polo didattico di Subiaco, su  LPAD 1° Livello dal 03 Gennaio al 13 Gennaio
    Docenti Formatori: Lou Falik Ph. D, Clinacal and Training Associate. 
    Assistenza e conduzione dei Laboratori: Dott. Daniele Morselli. 
    Responsabilità scientifica e coordinamento: Prof.re Mario Di Mauro- Direttore Centro Studi Feuerstein. 
    Direzione: Prof.ssa Giovanna  Piratoni- DIrettore Polo Santa Scolastica- Subiaco. 
    Segreteria didattica e organizzativa: Lara Rozza- Segreteria Centro Studi Feuerstein 
    e-mail: lara.rozza@unive.it 
    tel: 041/5094361 
    per ulteriori informazioni non esitate a contattarmi al seguente indirizzo mail: m.boninelli@unive.it

    pubblicato da
    Maria Luisa Boninelli

    giovedì 26 novembre 2009

    Laudatio per il Prof.re Reuven Feuerstein


    Laudatio by Professor Stefan Szamosközi, Ph.D.
    Vice-rector at Universitatea Babeş-Bolyai
     

    Distinguished professor of Bar Bar-Ilan University School of Education (Ramat Gan, Israel), doctor honoris causa of Charles University in Prague, of University of Turin, Italy, and honored member of Universidad Diego Portales, Chile, the Director of the Hadassah-Wizo-Canada Research Institute, in Jerusalem, and the International Center for Learning Potentail, a source of inspiration for thousands of teachers and psychologists, Professor Reuven Feuerstein devoted all his life to the development of the theory and the practice of Cognitive Structural Modifiability. He is teaching children, teachers, parents, trainers, councilors and psychologists that Intelligence is modifiable all along lifespan, and that a good culture of teaching can shape and scaffold understanding, problem solving, concentration, originality and many other highly valued cognitive abilities. 


    Professor Reuven Feuerstein was born in Botoşani (Romania) in 1921, the fifth of nine children. He went to school in the Yeshiva in Kishinev in Bessarabia (now Moldavia). In 1939-1941 he studied in Bucharest (Romania) at the Teachers College of the Jewish community, being appointed co-director, in 1941-44 of the Scoala Mixtă No. 8, “Apărătorii Patriei”, where he continued teaching and caring for children in spite of the dramatic conditions of war and antisemitism.

    He left the country and arrived in Palestine in 1944. During 1944-45 he studied in the Teacher Training Seminar in Jerusalem, afterwards working as teacher and counselor to children and youth who survived from the concentration camps after the Shoah (1945 – 1948).
    Professor Feuerstein completed his undergraduate studies in 1950 at the University of Geneva (Switzerland) with Prof. Jean Piaget. While studying in Geneva, between 1951-55, professor Feuerstein worked in two transit camps in the South of France for immigrant adults (Camp d’Arenas near Marseille) and children who were on their way to Israel from North Africa (Cambouse near Montpellier), as well as in transit-camps in Poland. Professor Feuerstein had the privilege to attended lectures given by the leading personalities of the the day: Carl Jaspers, Carl Jung, and L. Szondy.
    Between 1950-55 he studied at the University of Geneve, with André Réy and Jean Piaget, completing his degrees in General and Clinical Psychology (1952) and obtaining a license in Psychology (1954). In 1970 Feuerstein obtained his Ph.D. degree in Developmental Psychology at the Université de Sorbonne under the supervision of Prof. Otto Kleineberg. His major areas of study were developmental, clinical and cognitive Psychology from a cross-cultural perspective.
    During this period he visited Morocco several times, on one occasion with his teacher André Réy, professor of Clinical Psychology at the University of Geneva. He was also involved in setting up and supervising the home for children with emotional and cognitive problems at Morgins near Montreux in Switzerland.
    Between 1950-54 professor Feuerstein was Director of Psychological Services of Youth Aliyah in Europe. These services were responsible for assigning prospective candidates for emigration from Morocco, Tunisia, Algeria, Egypt, and European countries to various educational programs in Israel. In the early 1950’s he was involved in researches on Moroccan, Jewish, and Berber children together with several members of the Geneve School of Psychology, including professors André Réy, Marc Richelle, and Maurice Jeannet. It was during this period that the psychological data - that contributed to the development of the concepts of cultural difference and cultural deprivation - was gathered. This period was also crucial in the development of his working hypotheses concerning low functioning children and their potential for change.
    In 1955 branches of the Youth Aliyah Child Guidance Clinics were set up in several sites in Israel, which Professor Feuerstein directed from their establishment until his retirement from this position in 1983.
    In 1971 professor joined the faculty of the School of Education of Bar-Ilan University and was designated professor in 1975.
    Together with professors David Krasilowsky, Yaacov Rand, and Shimon Tuchman, Professor Feuerstein founded the Hadassah-WIZO-Canada Research Institute, which continues to function within the structure of the ICELP. In 1993 the Hadassah-WIZO-Canada Research Institute was incorporated in the International Centre for the Enhancement of Learning Potential in Jerusalem. Professor Feuerstein knew and argued with well-known psychologists of the 20th century, besides Piaget, Jung, Jaspers, Réy also with Wechsler, Cronbach, Bruner, Sternberg, etc. regarding the popular and grounded theories of Psychology regarding the controverse between psychometric versus dynamic assessment of learning potential.

    According to professor Feuerstein, the main cause of the differences emerging between the manifest persformance and the children’s real intelectual potential are determined by the lack or insufficient mediation within the learning process. Thus the main causes of the law intellectual performances/achievements - characteristic to children assesed with psychometric tests and classified as educable mentaly disabled – are represented  by the low quality of the mediated learning offered by the social and/or family environment.  Cognitive modifiabilty defines the capacity of the individual to reshape knowledge according to requirements of different situations-problem novel contexts.

    Feuerstein's theory about cognitive structural change (MSC) was inspired by his perspective fundamentally optimistic about man's natural propensity to change and adapt to the environment. He postulates that learning has no limits, all human beings are changing, they are open systems which may undergo major structural changes throughout their lives. 
    Change is not possible without taking into account three possible barriers: age, etiology and the serious deterioration of the genetic, physical and physiological welfare. In this respect, Feuerstein's theory can be regarded as an environmental or cultural fit model of intelligence, which emphasizes social and cultural origins of the cognitive development. Feuerstein does not ignore all affective-motivational causes and social issues; these are major pillars of his construct: cognition and emotion are two sides of same coin, says the proverb of cognitive development.

    The third element within the cognitive structural change concerns the structural features of the change that an individual can experience learning through direct or mediated. A structural change is more than an increase in the content, knowledge or skills acquired. It outlines the cognitive structures: they are ways and problem solving that can be used in situations completely unknown.
    Decades before current research has discovered that the brain has “plasticity” and can change, Professor Feuerstein established that intelligence is not fixed, that IQ and other static achievement tests (psychometrical testing) are not an accurate measure of a person’s true achievement potential, and that people have immeasurable ability to improve their cognitive functioning regardless of age, cultural background, or developmental disability. Working with children from refugee camps  (in France and in Poland) after the Holocaust and later with children from North Africa, professor Feuerstein realized the need to design new instruments for dynamic cognitive assessment, which were later developed as teaching instruments, and created two groundbreaking theories out of this idea: Structural Cognitive Modifiability (SCM) and Mediated Learning Experience (MLE). He is involved in ongoing development of the dynamic cognitive assessment and Instrumental Enrichment techniques for children and adults.
    Among Feuerstein's research and development activities there are studies on Holocaust survivors, new immigrant students, Down Syndrome children and young adults, brain injured individuals and children with autistic features.
    The fundamental nature of Professor Feuerstein's work is evidenced by the thousands of people who have studied his theories and programs. The models of dynamic assessment and Instrumental Enrichment procedures have been adapted and disseminated throughout the world. The IE program has been translated into 18 languages, and there are more than 70 Authorized Training Centers throughout the world affiliated with the ICELP, carrying on the work by providing training, services and program development.
    Reuven Feuerstein is a pioneer in promoting  inclusive education, gifted children and people from industry and in vocational training discovered the necessity and the benefits of learning how to think well.
    Besides this dissemination of ideas, methods, programmes of  educational intervention and innovation of psychological assessment methods, Feuerstein was also academically very active, publishing 80 books, monographs, chapters, and journal articles. 
    We are quoting here only the very basic ones: R. Feuerstein, P.S. Klein, & A. Tannenbaum (Eds.), Mediated learning experience (MLE). London: Freund; Feuerstein, R., 1979, The Dynamic Assessment of Retarded Performers. The Learning Potential Assessment Device. Theory, Instruments and Techniques, Baltimore: University Press Park Press; Feuerstein, R., Rand, Y. – Hoffmann, M. – Miller, R, 1980, Instrumental Enrichment: An intervention program for cognitive modifiability, Baltimore; Feuerstein, R., Rand, Y., Haywood, Hoffmann, M.B., 1979, The dynamic assessment of retarded performers: The learning potential assessment device: Theory, instruments, and techniques. Baltimore: University Park Press; Feuerstein, R., Rand, Y., Jensen, M.R., Kaniel, S. & Tzuriel, D., 1987, Prerequisites for assessment of learning potential: The LPAD model. In. C. S. Lidz (Ed.), Dynamic assessment (pp. 35-60), New York, Guilford Press; Reuven Feuerstein, Alex Kozulin, Louis H. Falik, 2005, Cultural Difference and Cultural Deprivation as Reflected in the Dynamic Assessment of Ethiopian Children in Israel, Erdélyi Pszichológiai Szemle. These are completed with the dynamic assessment batteries emerged under his guidence.
    Professor Feuerstein has been invited to numerous conferences from Singapore,  Budapest,  Prague, New York, to Santiago de Chile. He obtained several civic and academic awards: the special Commendation of the Detroit Public Schools (USA) in 1986, Médaille d’Or of Aix-les-Bains, Médaille d’Or of Nevers  (France) in 1990, Variety Clubs International Humanitarian Award, Vancouver (Canada) in 1991, the Award of the New York Academy of Science in 1992, Miembro de honor del Universidad Diago Portales (Chile) in 1998, Doctor honoris causa of the University of Turin (Italy) in 1999. This being a selective list of the prices and awards bestowed.With today’s ceremony Universitatea Babes-Bolyai is honored to add to the list of Doctor Honoris Causa awarded personalities another illustrious name: Prof. dr. Reuven Feuerstein. Honoring Professor Reuven Feuerstein, the university honors itself. We wish that his inaugural speech to be the first of a series to be held in benefit of our students and academic staff.

    pubblicato da
    Maria Luisa Boninelli

    domenica 22 novembre 2009

    Nuova Pubblicazione: Valutazione dinamica 3° Edizione

    Carissimi 
    ho il piacere di comunicarvi la pubblicazione del LPAD-Standard Examiner’s Manual, 3rd Edition scritto dal Prof.re Reuven Feuerstein, Rafi Feuerstein e Lou Falik. 
    La nuova versione aggiornata, contiene i nuovi strumenti di Valutazione Dinamica ( (Reversal Test and Tri-Modal Analogies). 
    I contenuti sono stati ampliati e maggiormente approfonditi. 
    Il testo è in lingua inglese per poterlo acquistare potete andare sul sito www.icelp.org 
    Il Costo del Manuale è di 45.00 euro. 

    Una Lezione P.A.S.

    Una lezione-tipo inizia con
    1) un'introduzione di una pagina,
    2) un lavoro indipendente sulla pagina,
    3) un principio (o generalizzazione) finale che viene scritto alla lavagna come sintesi di ciò che la pagina ha insegnato.
    Nel introduzione il mediatore e i discenti definiscono la natura dei problemi con i quali devono confrontarsi. Una volta che gli obiettivi sono ben chiari, il mediatore prepara gli allievi con i necessari " strumenti di lavoro": concetti, vocabolario, operazioni mentali.
    Si cercano le regole che governano i compiti e le relazioni tra i dati e si discute sulle strategie utili per portare a compimento i compiti.
    Mentre i discenti lavorano indipendenti sulla pagina, il mediatore li affianca dando dei suggerimenti, consigli ed eventuali aiuti.
    Durante questo momento, il mediatore cerca di capire i processi cognitivi che ciascun discente mette in atto, fornisce un feedback interpretativo, previene eventuali episodi di frustrazione: in sintesi modella il comportamento cognitivo dei discenti. 
    Nel gruppo media la regolazione del comportamento, soprattutto il comportamento di condivisione e la consapevolezza del cambiamento.
    Nel lavoro di gruppo vengono messi a confronto le varie strategie utilizzate per completare i compiti e viene anche discussa la loro maggiore o minore efficacia.
    pubblicato da
    Maria Luisa Boninelli

    Il P.A.S. Programma di Arricchimento Strumentale: modalità d'uso.


    Il Programma di Arricchimento Strumentale consta circa di 400-500 pagine di esercizi carta-matita divisi in 14 strumenti. 
    Viene somministrato in forma standardizzata dalle tre alle cinque ore settimanali, con evenutalmente degli intervalli per un periodo di due o tre anni. 
    Gli strumenti, possono essere proposti anche a gruppi di tre in modo alternato, o proposti ad un gruppo di persone (non più di 15) disposte con i tavoli a U. 
    Il gruppo deve essere eterogeneo al fine di garantire un dialogo e uno scambio di informazioni proficuo durante le lezioni, oltre che per favorire l'interazione tra i discenti. 
    Il PA.S. può anche essere usato singolarmente e se viè una base prescrittiva clinica, o se vi son o ragioni progettuali particolari( per esempio nelle aziende), l'applicatore P.A.S. può selezionare gli Strumenti e la loro sequenza valutando ciò che è più appropriato per lo sviluppo delle funzioni cognitive del soggetto o per il progetto concordato con l'ente committente. 
    Il Programma di Arricchimento Strumentale non ha un contenuto specifico e non prevede conoscenze acquisite in precedenza, quindi è accessibile a una gran varietà di persone, perchè tutti, secondo il Prof.re Feuerstein,  possono "Imparare ad Imparare".

    pubblicato da
    Maria Luisa Boninelli

    mercoledì 18 novembre 2009

    Romania: 31th Workshop Internazionale 1° Annuncio


    Carissimi ho il piacere di annunciarvi che il 31th Workshop Internazionale sul Metodo Feuerstein si terrà presso l' University Babes-Bolyai in Cluj-Napoca, Romania, dal 04 al 15 Luglio.
    Sono aperte le iscrizioni per i seguenti Workshop: 

    The Learning Potential Assessment Device: LPAD Level 1;
    LPAD Level 2; LPAD Basic (Young Children)
    July 4-15, 2010
    Cognitive Intervention Programs via Instrumental Enrichment:
    IE
    Level 1 and Level 2

    July 4-15, 2010
    IE Trainers Level 1 and Level 2, IE Basic Trainers
    July 4-15, 2010
    Instrumental Enrichment for Young Children (IE Basic 1)
    July 4-15, 2010
    Renewal seminar for IE trainers
    July 4 - 9, 2010
    Mediated Learning Experience for Clinicians
    July 4-  9, 2010
    Instrumental Enrichment for Young Children 2 (IE-Basic 2)
    JULY 4-  9, 2010
    Tactile IE: Children with Sensory, Attention and Vision problems
    JULY 12-15 2010

    Di seguito vi indico i costi dei singoli Workshop:

    ·         LPAD-1: Euro 1,400
    ·         LPAD-2, LPAD-Basic: Euro 1,500
    ·         IE-1, IE-2, IE-Basic 1: Euro 1,300
    ·         IE Trainers-1, Trainers-2, Trainers IE Basic: Euro 1,300
    ·         IE-Basic 2: Euro 750
    ·         Renewal seminar, Tactile IE: Euro 550
    ·         MLE for clinicians: Euro 750
    Per ulteriori informazioni riguardo i costi, le convenzioni Comenius e Gruntig e l'alloggio vi invito a consultare il seguente sito internet www.icelp.org 
    pubblicato da
    Maria Luisa Boninelli

    giovedì 12 novembre 2009

    Sta sicuro, C'è Speranza! Iniziative Benefiche a Sostegno dei bambini in difficoltà



    Carissimi,
    come tutti gli anni in vicinanza del Natale, l' Associazione Insieme Intelligenti propone alcune iniziative benefiche a sostegno delle proprie attività.
    In allegato vi invio la locandina natalizia con illustrate le nuove proposte, che qui riassumo: 
    • Tradizionale panettone o pandoro natalizio, che si trasforma in un gesto solidale e benefico, qualità fra l'altro ottima!  (offerta euro 10,00 per un panettone o pandoro da 1 kg) 
    • Insieme per giocare"  progetto a sostegno della realizzazione di una speciale ludoteca: la tua donazione ci aiuterà ad acquistare giochi cognitivi che permetteranno ai genitori di giocare con i propri figli seguendo i fondamenti della Pedagogia della Mediazione.
    Perchè il Natale possa diventare un'occasione di autentica solidarietà, scegli di aderire ad una di queste importanti iniziative: vi saranno grati tutti i bambini che potranno godere del vostro prezioso sostegno !!!                         
    Per saperne di più, visita il sito www.insiemeintelligenti.it.
    Si raccolgono prenotazioni dei panettoni/pandori e informazioni presso la segreteria di Insieme Intelligenti telefonando al mattino dalle 9.00 alle 13.00 o inviando una mail a segreteria@insiemeintelligenti.it
    L'augurio di Buon Natale giunga speciale a chi di voi è più in difficoltà, nella certezza di quel messaggio che è fondamento di tutta l'opera di Reuven e di Rafi Feuerstein:"Sta sicuro, c'è speranza".

    mercoledì 4 novembre 2009

    Dottorato di ricerca in Honoris Causa

    Carissimi
    Daniele Morselli collabora da diverso tempo presso l' Icelp come psicologo al fine di imparare ed applicare le metodologie riguardante il Metodo Feuerstein.
    Dal suo blog, visualizzo la seguente notizia che reputo estramamente importante per cui è necessario farla conoscere a tutti voi.
    Il 15 Ottobre scorso il Professor Feuerstein è stato insignito del titolo di Dottore di Ricerca Honoris Causa da parte dell'Università Rumena di Cluges. Si tratta di un titolo molto prestigioso che in passato l'Università Rumena aveva concesso, per esempio, al Cardinal Razinger. L'Università conta 50.000 iscritti e ha la peculiarità di essere trilingue; in altre parole, ciascun studente può scegliere se frequentare il proprio corso in Rumeno, Ungherese o Tedesco.

    La celebrazione si è svolta presso l'Università di Bar Ilan a Ramat Gan di Tel Aviv. Il Professore ha insegnato presso l'Unversità Bar Ilan per 25 anni. Al momento, ricercatori come David Tzuriel o Pnina Klein portano avanti il pensiero del Professore alla Bar Ilan, con ricerche che si focalizzano sulle interazioni EAM tra madre bambino durante primi stadi di sviluppo del bambino.
    Ringrazio di cuore Daniele per averci informato a riguardo.

    pubblicato da
    Maria Luisa Boninelli

    domenica 1 novembre 2009

    Venezia Mestre: La valutazione dinamica LPAD tra testi e contesti.



    Carissimi
    ho il piacere di annunciarvi il Seminario di Formazione organizzato da Arrca Onlus di Treviso, con la partecipazione di Rabbi Rafi Feuerstein,  presso il Liceo Scientifico Stefanini di Mestre su " La valutazione dinamica LPAD tra testi e contesti". 
    Il Seminario si terrà il 23 Novembre dalle ore 8.30 alle ore 17.30. Nel pomeriggio verranno presentati una serie di laboratori sull'utilizzo di questo strumento di Valutazione Dinamica.

    Il Costo del seminario: 20,00 Euro  
    sul c/c Bancario n° 000041164236 (IBAN: IT 27 S 02008 62180 000041164236) intestato a ARRCAONLUS - Percorsi Cognitivi, UNICREDIT - filiale di Villorba (TV) Causale: Giornata Applicatori 2009

    Per ulteriori informazioni potete visionare il programma del seminario e scaricare il modulo di partecipazione, nei seguenti siti internet: www.univirtual.it o www.arrcaonlus.it

    mercoledì 21 ottobre 2009

    Iscrizioni Corso P.A.S. Standard Primo Livello


    Carissimi
    come vi ho anticipato nei  precedenti post solo lieta di annunciarvi che l'IRSMEF, organizza un corso di formazione su “Programma di Arricchimento Strumentale” del Prof. Reuven Feuerstein “P.A.S. Standard 1° Livello”.
    Il corso, della durata complessiva di 100 ore prevede:
    - approfondimento teorico su alcuni temi propedeutici di psicopedagogia dell’apprendimento per 40 ore;
    - attività di insegnamento assistito in presenza per 46 ore
    - supervisione e coaching per 14 ore
    - Il modulo formativo è riconosciuto come corso di Alta formazione del Centro Interateneo per la Ricerca Didattica e la Formazione Avanzata dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, di cui l’IRSMEF è polo didattico, con riconoscimento di 10 CFU (Crediti Formativi Universitari) per tutti gli usi consentiti dalla normativa universitaria vigente.
    Docente Formatore: Prof.ssa Maria Luisa Boninelli
    Durante e al termine del corso è prevista per ciascun corsista la consegna del seguente materiale:
    - copia di tutti gli strumenti PAS;
    - materiale di supporto didattico;
    - testo base del prof. Feuerstein: “ Il Programma di Arricchimento Strumentale di Reuven Feuerstein “ – Ed. Erickson, 2008; (di cui mi sono occupata insieme ad altri traduttori della traduzione e revisione italiana).
    - attestato rilasciato dal Centro Studi Feuerstein - Centro Interateneo per la Ricerca Didattica e la Formazione avanzata;
    - Diploma internazionale di applicatore PAS I° livello, rilasciato dall’ICELP di Gerusalemme, a firma congiunta con il Centro Studi Feuerstein.
    Il costo complessivo del corso è di 400,00 €; per gli iscritti all’IRSMEF verrà praticato uno sconto del 15%
    L’iscrizione al modulo formativo va effettuata con un versamento di 100,00 € direttamente in segreteria via Oliveto Scammacca 23/C Catania presso lo studio legale dell’avvocato Cittadino il martedì e il giovedì dalle ore 16,30 alle ore 18,30 o tramite bonifico bancario intestato a: associazione IRSMEF credito siciliano ag. Sant’Agata Li Battiati IBAN – IT51P0301984230000007513896.
    pubblicato da
    Maria Luisa Boninelli

    domenica 18 ottobre 2009

    Grosseto: Sensibilizzazione Metodo Feuerstein

    Carissimi, 
    sono lieta di comunicarvi che in data 23 Ottobre, dalle ore 9.00 alle 13.00, terrò un Seminario di Sensibilizzazione, sul Metodo Feuerstein, per l' Uffficio Scolastico Provinciale di Grosseto, in collaborazione con il Centro Studi Erickson. 
    Durante il seminario tratterò i seguenti argomenti:

    -l’educazione cognitiva a scuola intesa come approccio metacognitivo al processo di apprendimento attraverso i programmi di mediazione delle attività di pensiero

    -presentazione del Programma di Arricchimento Strumentale del Prof.re Reuven Feuerstein per lo sviluppo del potenziale di apprendimento. 

    - sperimentazione di alcune pagine P.A.S. 

    Per ulteriori informazioni potete contattarmi al seguente indirizzo mail: m.boninelli@unive.it 


    pubblicato da
    Maria Luisa Boninelli

    sabato 10 ottobre 2009

    Collaborazione IRSMEF: Ricevimento docenti e genitori.

    Gentilissimi, 
    vi comunico l'Istituo di Ricerca IRSMEF riceverà, per consulenza specifica nell'ambito della disabilità e dell'integrazione, tutti i martedì e i giovedi dalle ore 16.30 alle ore 18.30, presso lo studio legale Cittadino, situato in Via Oliveto Scammacca, n°23/c Catania. 
    Per fissare un appuntamento siete pregati di contattare i seguenti recapiti telefonici: 347/9028180; 095-506415. 
    Oppure inviare una mail al seguente indirizzo: m.boninelli@unive.it 


    pubblicato da
    Maria Luisa Boninelli